Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Lavorare in carcere: il laboratorio Coopattiva per una seconda possibilità

La Pressa
Logo LaPressa.it

Visita alla casa Circondariale di Modena dell'Associazione per le Responsabilità d'Impresa promotrice del progetto 'Lavoro Durante'


Lavorare in carcere: il laboratorio Coopattiva per una seconda possibilità
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Dare una seconda possibilità ai detenuti, dando loro lavoro in carcere.
L'Associazione per la Responsabilità Sociale d'Impresa (RSI) in visita alla Casa Circondariale Sant’Anna di Modena per vedere concretamente i risultati del progetto di reinserimento lavorativo dei detenuti “Il lavoro durante”, accompagnati da Coopattiva, partner del progetto.

Tutto ha avuto inizio a marzo 2023, quando Coopattiva e la Casa Circondariale hanno firmato un’importante convenzione per l’attivazione di uno spazio di lavoro all’interno della struttura carceraria modenese. Molto importante il coinvolgimento dell’Arcidiocesi di Modena e Nonantola, in primis dell’Arcivescovo Mons. Erio Castellucci, che ha creduto fortemente il progetto, finanziandolo e individuando anche in Coopattiva il partner qualificato. Da settembre 2023 è partito il laboratorio, che conta oggi sette lavoratori part-time. Qui i detenuti, selezionati dalla direzione del carcere, possono essere inseriti nel laboratorio gestito direttamente dalla cooperativa sociale; grazie alla presenza di un'educatrice esperta, all’interno di uno spazio allestito e attrezzato da Coopattiva, vengono formati per svolgere attività in “conto terzi”.



“È una grande opportunità per noi imprese aderenti all’Associazione per la Responsabilità Sociale di Impresa poter accedere ai laboratori gestiti da un nostro socio, Coopattiva, all’interno del carcere di Modena” ha spiegato Elena Salda, Presidente dell’Associazione per la RSI. “Innanzitutto, come persone e poi come aziende, siamo consapevoli che la formazione e il lavoro rappresentano gli strumenti principali per favorire il processo di inclusione sociale e l’adozione di modelli di vita che facilitano il reinserimento sociale che è di primaria importanza per la riduzione dei tassi di recidiva. Oggi è quindi per noi un’occasione di conoscenza, per creare sinergie e collaborazioni, nella direzione del bene comune”.



“Il laboratorio interno alla Casa circondariale di Modena è una conferma della nostra mission: promuovere il riconoscimento e la cura di ogni persona, coinvolgendo i territori e rivolgendosi alle imprese” ha detto Arturo Nora, Presidente di Coopattiva, ricordando che proprio nel 2024 la cooperativa sociale celebra i suoi primi 40 anni e da sempre questo è il loro impegno.

“Per noi il senso della visita è mostrare alle aziende dell’Associazione che il laboratorio, attivo all’interno del carcere da settembre 2023 e gestito da Coopattiva con personale qualificato, offre professionalità e competenze” ha aggiunto Giorgio Sgarbi, Direttore di Coopattiva, la cui speranza è quella di portare nuove lavorazioni da nuovi clienti per garantire la continuità del progetto e quindi offrire questa possibilità di lavoro a molte persone internamente al carcere. “È importante tenere conto che le persone che vivono in carcere, una volta terminata la pena, devono ripartire – spiega Sgarbi – e con questo percorso possiamo offrire loro un'esperienza concreta per il periodo della detenzione e formativa per il futuro, per quando, terminata la pena, dovranno ripartire. Le aziende potranno assumere utilizzando Coopattiva come riferimento, mediazione e facilitatore”.

L’ASSOCIAZIONE PER LA RSI
L’Associazione per la RSI, nata nel 2014, è un gruppo attivo che crede fermamente che la Responsabilità Sociale d’impresa sia il motore da cui parte il cambiamento e che ha fatto propri i 17 obiettivi dell’Agenda Onu 2030. Aderisce all’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile ed è membro referente per Modena e provincia del Coordinamento Emilia Romagna Sostenibile. Ad oggi conta una 40ina di aziende di varia natura e dimensioni accomunate dai valori della sostenibilità.

COOPATTIVA
Coopattiva è una cooperativa sociale fondata a Modena nel 1984.
È presente su 4 sedi – Modena, Nonantola, Pavullo e Sant’Antonio di Pavullo – e su diversi presidi direttamente presso aziende clienti. Coopattiva conta 116 dipendenti, di cui ben 72 con svantaggio (L.381/91) pari a circa il 62% del totale, e 50 aziende clienti. Una specificità di Coopattiva è proprio quella di lavorare direttamente sul mercato, proponendosi alle aziende clienti come fornitore di qualità ad elevato valore sociale. Le sue attività sono numerose e sempre in evoluzione: lavorazione “conto terzi”, servizi e consulenze ex art.22, servizi per l’industria ceramica, digitalizzazione, servizi amministrativi da remoto, diversity management, agricoltura sociale.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Mirandola, falsa vendita on-line di ..
Fermati dall'ufficio anticrimine del locale commissariato un cittadino italiano e un ..
17 Aprile 2024 - 15:55
La mostra di Carpi chiude in ..
'La decisione è dettata dal mio precario stato di salute, conseguente all’aggressione ..
17 Aprile 2024 - 11:10
Amato, Nordio, Formigoni: il Festival..
Presentato questa mattina il programma della quinta edizione divisa tra Modena, Carpi, ..
16 Aprile 2024 - 18:09
'Baggiovara, in quel video il ..
'E’ quindi falso che il personale stesse danzando mentre i pazienti erano ricoverati'
16 Aprile 2024 - 15:54
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda ..
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24